ECCO UN PIANO DI RIENTRO DOPO LE ABBUFFATE NATALIZIE

Marikla-Aillaud

Marikla Aillaud

di Marikla Aillaud, Biologa Nutrizionista. Per saperne di più: info@bodytraining.it

 

Le due settimane comprese fra Natale e l’Epifania rappresentano molto probabilmente il periodo più a rischio per la linea: ci troviamo di fronte a ben 14 giorni di potenziali stravizi alimentari. Ma siamo seri: i giorni effettivi di festa, in cui è sacrosanto sgarrare, non sono in realtà più di una manciata.

Il vero problema, dunque, non sta nel lasciarsi andare durante il cenone della Vigilia o al pranzo di Natale e Santo Stefano, bensì nel consumare, nei giorni successivi, tutti gli avanzi delle feste!

Se dunque da un lato è giusto che le Festività rappresentino uno stacco paradossalmente quasi sano dall’abituale regime alimentare, per dare una scossa al metabolismo e per allentare un po’ la tensione a livello psichico, dall’altro è ugualmente appropriato che gli sgarri restino circoscritti alle giornate 24/25/26 Dicembre + 31 Dicembre e 1 Gennaio. L’Epifania, al contrario, è una ricorrenza che dal punto di vista alimentare coinvolge soltanto i più piccoli, quindi non c’è motivo che la si scambi per un’ulteriore occasione di abbuffata!

 

abbuffata

 

Ecco dunque di seguito alcune semplici direttive per vivere al meglio il periodo delle Feste natalizie, sotto il profilo alimentare ma anche mentale:

regola #1: “via!” il 24 Dicembre

Prestate un’attenzione particolare al vostro regime alimentare a cominciare da almeno due settimane dalle fatidiche feste, iniziando col limitare l’assunzione dei carboidrati:

colazione (biscotti semplici/fette biscottate) + pranzo 3/4 volte a settimana (pasta/riso/pane), niente carboidrati a cena;

regola #2: “confondere” la pancia

Quando vi siederete a tavola per il gran cenone o il mega pranzo, ricordate di masticare lentamente. Non si tratta soltanto di un ‘trucco’, ma anche di banale buon senso: anziché trangugiare tutto quel che avete nel piatto, facendovi prendere dalla foga del momento, godetevi lo sgarro! Questo suggerimento ha un fondamento scientifico: la sensazione di sazietà raggiunge il cervello fino ad anche 30min dopo che il relativo stimolo gli è stato inviato dallo stomaco; mangiando lentamente, quindi, vi sentirete ‘pieni’ prima;

regola #3: il “tempo di recupero”

È concesso sgarrare solo nei giorni di festa. Punto. Dal 27 al 30 cogliete l’occasione per riprendere fiato e “ricaricarvi” per il round successivo: cenone e pranzo di Capodanno. Il consumo di carboidrati sarà quindi circoscritto alla sola colazione, mentre a pranzo e a cena privilegiate carni e pasci magri, accompagnandoli con verdura a volontà;

 

dieta

regola #4: “Bevete!” ma tanta acqua

Questa regola è sempre valida, a prescindere dalle Feste natalizie o da qualsivoglia circostanza: è fondamentale bere almeno 2L di acqua naturale ogni giorno, preferibilmente lontano dai pasti. Così facendo, ridurrete considerevolmente il desiderio di alcol, e dopo i primi brindisi molto probabilmente non avrete voglia di continuare a bere. Inoltre, l’acqua aiuta la digestione e tutti i processi metabolici dell’organismo, che per essere portati a termine in maniera ottimale necessitano appunto di tanta acqua;

regola #5: la “camminata post abbuffata”

Siete in vacanza e, presumibilmente, avete più tempo libero… che non vorrete impiegare interamente mangiando, vero? Per cui, ricordate di fare una passeggiata tutti i giorni, camminando per la città e gironzolando per vedere gli addobbi natalizi. Come sappiamo, l’attività fisica, seppur blanda, accelera il metabolismo almeno un po’. Fate poi in modo di alzarvi ogni tanto anche quando siete a tavola, ed evitate di sdraiarvi sul divano non appena avrete la sensazione di essere sazi; provate al contrario a muovervi un po’, per non rischiare un potenziale blocco digestivo;

 

regola #6: digiunare no, depurarsi sì!

Esistono in commercio svariate tisane e sciroppi depurativi: diluiteli nell’acqua ed assumeteli per almeno due settimane dal termine delle Festività.

 

Quanto più riuscirete a seguire queste banalissime regole, tanto più uscirete ‘indenni’ dalle Feste. Auguroni a tutti!

 

Copyright © www.duallia.com Bodytrainingstudio: facebook.com/bodytrainingstudio. Tutti i diritti sono riservati

 

RICORDATEVI CHE…

Le piante depurative ideali da utilizzare dopo le feste sono: bardana, tarassaco, cardo mariano, equiseto e fumaria. Il 24 e il 31 Dicembre non digiunate in vista del Cenone: fate una colazione, un pranzo e una merenda moderata, in modo da non arrivare affamati a cena.

 

 

 

 

 

 

A proposito dell'autore

ilPunto Magazine, rivista di Enogastronomia & Turismo. La prima e unica pubblicazione di settore del comprensorio a nord di Roma, distribuita gratuitamente e capillarmente, ad occuparsi sistematicamente di turismo ed enogastronomia, di ristorazione e prodotti locali, di informazione ed enomarketing, di eventi e cultura del buongusto, di nuove mode e tendenze turistiche.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata